info@boatsandbreakfast.com

Login

Sign Up

After creating an account, you'll be able to track your payment status, track the confirmation and you can also rate the tour after you finished the tour.
Username*
Password*
Confirm Password*
First Name*
Last Name*
Birth Date*
Email*
Phone*
Country*
* Creating an account means you're okay with our Terms of Service and Privacy Statement.
Please agree to all the terms and conditions before proceeding to the next step

Already a member?

Login
info@boatsandbreakfast.com

Login

Sign Up

After creating an account, you'll be able to track your payment status, track the confirmation and you can also rate the tour after you finished the tour.
Username*
Password*
Confirm Password*
First Name*
Last Name*
Birth Date*
Email*
Phone*
Country*
* Creating an account means you're okay with our Terms of Service and Privacy Statement.
Please agree to all the terms and conditions before proceeding to the next step

Already a member?

Login

La piccola isola vulcanica di Ischia è uno dei segreti meglio custoditi d’Italia: dalle terme ai deliziosi babà!

 

Scivolando un po’ al Sud, sulle rive Campane, Ischia è un’isola all’estremità settentrionale del Golfo di Napoli.
La più grande delle isole flegree – vicino a Capri – questa striscia di terra di 43,5 km ospita 70.000 abitanti e suddivisa in sei province con sei diversi sindaci.
La politica locale è chiaramente un punto delicato.

Anche se potrebbe non avere la reputazione della sua vicina più famosa, negli anni ha goduto della sua giusta dose di glamour.
Il suo straordinario paesaggio pittoresco e il suo scenario glamour hanno attirato regalità e celebrità alla ricerca della privacy, e protende anche a fornire lo sfondo ad alcuni dei film più memorabili per abbellire il grande schermo tra cui Elizabeth Taylor nel classico Cleopatra di Richard Burton.

Questa è un’isola ricca di storia. Secondo la mitologia greca Zeus sconfisse un Titano chiamato Tifeo e lo punì seppellendolo sotto una montagna di rocce… Ischia.
Ciò spiegherebbe la sua turbolenta storia.

Ospita 40 vulcani, 13 attivi. Tuttavia, con l’ultima eruzione avvenuta nel 1301, si è abbastanza sicuri di evitare eventuali disastri in stile Pompei.
La strada per Ischia è solo via mare.
A 35 km da Napoli, un taxi in 20 minuti dall’aeroporto vi condurrà al porto di Napoli Beverello, dove un giro in aliscafo di circa 40 minuti vi farà raggiungere l’isola.

A parte i suoi vulcani e la storia dello scontro tra Titani, Ischia è famosa per le sue terme naturali, le sue sorgenti termali e il fango vulcanico.
Famose le colline di Casamicciola, una città le cui sorgenti termali calde sono utilizzate per le sue proprietà curative, che è ciò che ha attratto lì i romani 2000 anni fa.
Il suo porto ospita molte imbarcazioni da diporto ed alcune di esse sono attrezzate al boat and breakfast.

ischia boat and breakfast casamicciola porto

Giuseppe Garibaldi, il rivoluzionario “padre d’Italia”, venne alle sue fonti per guarire le ferite dalla battaglia di Aspromonte.
Secondo la leggenda, anche Ulisse si presentò per vedere cosa le terme avevano da offrire.

Molti Alberghi offrono grandi centri benessere ed hanno anche piscine di acqua termale, docce sensoriali e bagno turco.
Dopo aver gustato il più accogliente dei pranzi di benvenuto nei ristoranti, che consistono generalmente in un mix di mozzarella, pesce fresco, vini e dessert, giunge il momento di lasciarsi andare.

Sfogliando molti opuscoli che illustrano in dettaglio il loro equilibrio corporeo, i trattamenti termici, facciali e del corpo, si ricerca spesso una combinazione di trattamenti drenanti con resveratrolo e trattamento disintossicante con argilla.
Un paio d’ore di puro lusso e coccole per poi dopo, raggiungere Sant’Angelo, un villaggio di pescatori, per ammirare i suoi negozi di design, gli yacht e la scena dei banchetti gastronomici di cinque portate.
Anche in queso porto sebbene lussuoso, ci sono diversi Boat and Breakfast.

ischia boat and breakfast sant'angelo porto

Ischia è famosa per il cibo, che mostra in termini di qualità e quantità.

E se l’alcool fa per voi, e vi piacciono i dessert, la specialità napoletana la fa da padrona; c’è un dolce che è il babà, che sembra seguirvi in giro per l’isola composto da un pan di spagna che non è tanto bagnato ma giusto intriso di rum.
Se comunque non vi piace bere, il vostro dessert, è un’altra specialità locale… la pastiera, una torta a base di ricotta con ripieno di crema o frutta candita.

Ischia è anche famosa per il Rucolino e il Limoncello, il primo liquore al gusto di rucola (insalata di rucola), il secondo un liquore al limone originario dell’Italia meridionale che ora è diventato il secondo più popolare in Italia.

Un consumo così pesante di cibi e bevande probabilmente non è la migliore preparazione per la salita sul Monte Epomeo.
La vetta più alta dell’isola, mentre non è necessario essere un abile alpinista per scalare la cima della vetta di 789 metri, l’ultimo tratto è alquanto impegnativo, anche se ne vale la pena per le viste mozzafiato di cui si godono.
Dall’alto, l’isola verde assume un aspettoquasi  surreale, come essere proiettati nel passato ricco di tranquillità, l’ideale per chi vuole riposare, magari potersi affacciare al pensiero di dormire in barca, cullato dalle onde.

Facendo appello all’appetito, si può trascorrere il pomeriggio presso le piscine e le terme del Negombo.

Situato nella Baia di San Montano, il complesso è considerato uno dei bacini più ricchi e delle fonti più produttive di acqua termale.

Ognuna delle piscine del parco sono progettate per motivi specifici, quelle termali che forniscono rilassamento e prevenzione del reumatismo e il miglioramento della pelle, gli idromassaggi stimolano la circolazione, mentre gli Hamam (bagni turchi) sono per l’eliminazione delle tossine.

Sull’isola, esiste un luogo di interesse ebraico.
Secondo quanto riferito, la Chiesa del Soccorso, a Forio d’Ischia, o Chiesa del Salvataggio, era stata distrutta per aver nascosto gente ebrea.

Non per ultimi, i tranquilli e pittoreschi Giardini di La Mortella, la proprietà del compositore inglese William Walton, i giardini botanici di Villa Ravino ed il Castello Medievale Aragonese.

Un colpo finale di limoncello, un altro aiuto di babà e prima che me ve ne accorgete, siete di nuovo sull’aliscafo diretti verso il vivace porto di Napoli, lasciandoci alle spalle un vero paradiso, ma non più sconosciuto.

Vi aspettiamo ai nostri Boat and Breakfast sull’Isola d’Ischia.